giovedì 27 gennaio 2011

Dirette web del Consiglio Comunale a San Donato ?

Che succede ? pare che grazie alla Provincia di Milano vi sia la diretta  , stavolta il nostro Comune non esordisce con la solita battuta non si puo trasmettere e registrare il consiglio !!! , che succede ?
Da sempre è uno dei nostri cavalli di battaglia chiedere e pretendere di rendere noto a tutti i cittadini ciò che accade , dove i nostri dipendenti operano e decidono per la cittadinanza tutta !
Mi risulta vi siano state delle diatribe in tempi non molto lontani su questo argomento , comunque ci auguriamo che questo sistema di video in diretta entri nel DNA del nostro Comune, per ora direi grazie alla Provincia di Milano che ci spiana il terrritorio su questo doveroso mezzo d'informazione che rende veramente trasparente l'operato dei nostri dipendenti .
Ora tutto diventa più semplice , e siamo certi che questo metodo verrà applicato.
 in caso contrario , torneremo a pressare perchè lo diventi

appuntamento venerdi 28 ore 11 a questo link :    clicca QUI

3 commenti:

  1. Riccardo,
    sono totalmente d'accordo con te,
    La nostra attuale amministrazione ha nel suo DNA un fenomenale spirito di contraddizione e non finisce mai di stupirci.
    Prima vieta non solo di riprendere in video i consigli comunali, ma anche di scattare foto, e nel frattempo "intima" di non effettuare anche le registrazioni audio!
    Poi ospita un incontro con la Giunta Provinciale e decide di trasmettere l'evento in live streaming sul sito del Comune!!!
    Eccezionale!
    Spero di non abituarmi mai a certi voli pindarici...
    Detto ciò, prova a leggere sulla Rete Civica di San Donato cosa è successo poco prima di Natale scorso e leggi qui anche il mio commento in merito:
    http://www.recsando.it/forum/mes_vedi.asp?a=st&id=82963&tid=11638&fid=25
    E' ovvio che lo ribadisco anche in questa sede:
    mi piacerebbe una San Donato dove i Consigli Comunali vengano video registrati e trasmessi in live streming, magari attraverso il sito web del ns Comune.... è troppo?
    Oh, magari questi politici si sono svegliati realmente... ;-))

    RispondiElimina
  2. Bene gente !!! L'Amministrazione è uscita dal tunnel ed uno spiraglio di luce compare nel buio ! Cogliamo l'occasione di "giubilo" per dare due dritte ai nostri visitatori.
    Pare che già nel 2001 l'allora Consiglio Comunale avesse approvato una mozione relativa alla pubblicazione audio video delle sedute consiliari.
    Mozione a quanto risulta dai verbali, ripresa nel 2008 (dopo ben 7 anni di oblio, nei quali se ne era persa la memoria ) e per la precisione nella seduta del 14 Marzo, (Verbale di seduta N°4) nella quale ben tre mozioni furono presentate sull'argomento rispettivamente da :
    1) Mozione Cons. Mistretta
    2) Mozione Cons. Forenza
    3) Mozione Cons.ri Ghilardi,Lisandroni,Brait,Marino,Martini.

    In buona sostanza più o meno tutte e tre le mozioni condividevano l'esigenza di rendere pubbliche le sedute del C.C. con registrazione audio/video, differendo tra loro sulla libertà di ripresa da parte di semplici cittadini e/o Associazioni/Enti e personale identificabile come abilitato all'interno di un progetto istituzionale ben strutturato. Dopo il voto delle mozioni, vi fu anche la presentazine di un preventivo di spesa presentato a fine votazioni dal nostro Sindaco( solo uno ? mah... ) , per mettere in opera la mozione vincente. Per la cronaca la numero 3, approvata senza alcun vincolo sulla tempistica di attuazione, e dal carattere sostanzialmente generico, diversamente dalla mozione a firma Forenza N°2, o aperta alle riprese effettuate direttamente dai cittadini mozione N°1 Mistretta. La mozione approvata all'unanimità dei 24 voti, riconduceva tutta la materia nell'alveo di una gestione controllata totalmente dal Comune che si espletava nell'impegno di :
    cit.dal verbale approvato "a sostegno del principio della trasparenza per il buon governo; impegna l'amministrazione a verificare la possibilità di dotare la sala consiliare di apposita telecamera e di sottoporre al Consiglio Comunale apposita disciplina ai sensi del decreto legge 196/2003, che consente l'utilizzo, la conservazionee la successiva diffusione delle immagini delle riunioni del Consiglio Comunale attraverso il sito istituzionale"

    Quindi tutto sommato non c'è di che stupirsi di questa "nuova iniziativa istituzionale" mi sarebbe solo piaciuto vederla attuata nel 2001.

    Per dovere di cronaca dobbiamo menzionare il fatto che con le tecnologie odierne un qualunque cittadino con spesa minima potrebbe mandare in streaming ( gratuito fino a 50 utenti ) una siffatta adunanza assembleare, cosa per altro divenuta "prassi" in tutti i passaggi istituzionali del MoVimento 5 Stelle nei quali la "diretta" è utile strumento di trasparenza e democrazia. Non ho visto ancora nessuno dei militanti preoccuparsi della privacy, anche quando i toni delle discussioni mandati in diretta diventavano più che accesi, ma evidentemente si parla di un ambito culturale dal DNA diverso.

    Che dire ... se son rose fioriranno, se son stelle brilleranno nel piccolo schermo cybernautico ! Stay tuned....

    RispondiElimina
  3. ecco lo spot dell'evento....

    http://www.provincia.milano.it/chi_governa/presidente/giunte_itineranti/calendario.html

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.